C’è un’enorme variazione iconografica nel campo della scultura himalayana: da divinità guardiane adirate a ritratti sereni di insegnanti storici e raffigurazioni di dee danzanti dalla testa di animale. Queste immagini venerate erano generalmente commissionate da ricchi mecenati e dai monasteri o templi.

Sebbene un certo numero di bronzi himalayani raffigurano l’iconografia Buddista, molti rappresentano divinità Indù.